• mercoledì , 17 gennaio 2018

S-vendesi donne, uomini e bambini a 800$

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPin on PinterestEmail this to someone

La crisi ha colpito tutti i settori del pianeta; pensate, un essere umano battuto all’asta oggi vale appena 800$. Solo poco tempo fa le persone che si vendevano un solo rene prendevano molto di più!

ascolta

 

La concorrenza e la globalizzazione hanno massacrato i mercati più poveri della terra favorendo sempre di più i pochi mercanti miliardari di schiavi rimasti, coloro che si aggiudicano la vita di un uomo a poche decine di dollari, per poi rivenderlo smontandolo pezzo per pezzo e traendone il massimo del vantaggio.

Per essere più esplicito ci riferiamo ai migranti, prigionieri dei campi profughi del Sahara. Di questi schiavi contemporanei si sentono gli odori a decine di chilometri di distanza: così viene raccontato dagli occidentali che vanno in Libia per affari.

Dunque, gli affari; sono sempre gli stessi loschi affari che denunciavamo i primi anni Duemila, quando insieme a Davide Nitrosi del Resto del Carlino siamo andati in Albania per fare una delle prime inchieste sull’infame traffico degli organi umani, anche lì espiantati a esseri senza nome dopo la Guerra del Balcani!

Una denuncia che ho continuato subito dopo insieme all’allora Presidente della Repubblica albanese Prof. Alfredo Moisiu, il quale dichiarava alla stampa che senza richiesta dei Paesi ricchi l’ignobile mercato non sarebbe esistito.

Quello che ha trasmesso la CNN in tutto il mondo nelle ultime ore é nient’altro che il corpo di quel reato che tutti conoscono, almeno in Occidente. La tratta delle prostitute nigeriane c’è da anni, ma nessuno l’ha fermata; le decine di migliaia di bambini che scompaiono nel nulla sembrano non fare più effetto.

Non ci sono task force internazionali che si muovono per queste anime innocenti; non c’è l’Europa che in nome della civiltà tanto sbandierata nel mondo invia l’esercito della NATO per catturare e uccidere, come fosse un reato di Guerra, chi fa scempio di donne e ragazzini.

È vero: oggi centinaia di milioni di poveri non muoiono più di fame, ma che senso ha se poi permettiamo che vengano uccisi o venduti come schiavi?

Post simili