Quando sono gli altri che ti invitano a eremitare

Si pensa che eremitare sia una scelta di vita, quasi una fuga da un contesto sociale dove non ci riconosciamo più. Ed è vero: spingere i propri pensieri oltre i confini dei giorni noiosi, ad un certo punto della vita, diventa quasi una necessità.

Ascolta



Siamo sereni, oltre che consapevoli, perché la decisione viene in piena coscienza, anche se non si è mai pronti abbastanza ad affrontare il nuovo percorso dell’eremitare. Un percorso che muterà radicalmente il nostro futuro, specialmente quando veniamo invitati a eremitare da quella comunità infastidita che percepisce la nostra estraneità sociale quasi come fosse una minaccia.
Ed è allora che lei stessa ci spinge quasi a forza a eremitare e perfino ci apre la porta, chiudendola con fragore alle nostre spalle.

Ecco, farci provare quell’impulso ad andarsene via è probabilmente ciò che più o meno  intenzionalmente desideravano…ma non in questo modo che può destare sgomento in chi non l’ha mai provato, non eremitando…
Del resto, anche da parte nostra, la scelta di eremitare non immaginavamo certo potesse essere così traumatica…quasi coercitiva. Quando pensavamo alla spinta decisiva ad andarcene intendevamo quella che noi stessi avremmo trovato nel nostro essere resilienti.

Eppure, lasciarsi alle spalle tutto quello che appare scontato è alla base della nostra decisione di intraprendere un viaggio nella riflessione e nel pensiero… se qualcuno l’avesse fatto con noi e prima di noi, perché mai avremmo dovuto reagire con sconcerto? Quella corsa in avanti non era ciò che in fondo desideravamo da tempo?
Perché se così fosse e se il nostro eremitare volesse essere una performance da bambino che attira l’attenzione mentre compie una prodezza, allora la società avrebbe ragione.

Tagliare il cordone ombelicale con la società è più difficile che spezzare quello materno! Ed è ancor più difficile quando sei sofferente a causa del mondo opprimente che ti circonda.
Ecco perché quando sono gli altri che ti invitano a eremitare, magari per toglierti dalle scatole, per noi è comunque l’inizio di quella nuova filosofia di vita che stavamo aspettando. Ma non diciamolo troppo in giro… hai visto mai che, al solo scopo di farci un dispetto, ci ripensano invitandoci alle loro cene e alle loro feste conviviali?!