Nel crepuscolo che anticipa il buio nascono i mostri

Nel pensiero comune la parola Cabalà viene associata ad un qualche cosa di misterioso, mistico, lontano ed inaccessibile, a volte perfino da guardare con sospetto, ma si tratta di un grave pregiudizio. La Cabalà è un insieme di corrispondenze che si propone di mostrare i legami che unificano i vari livelli della creazione, sia fisici che spirituali.

ascolta

 

Nell’antico testo troviamo le spiegazioni legate al simbolismo dei numeri e delle lettere che si nascondono dietro la numerologia della cabala ebraica. Nell’alfabeto ebraico ogni lettera ha un valore numerico. Ogni lettera è quindi trasformata in un numero le cui cifre sommate insieme daranno come risultato un altro numero composto da un’unica cifra. Nella cabala ebraica i numeri sono fondamentali per capire i segnali che l’universo dà all’uomo. Chi studia questo testo può conoscere il significato nascosto dietro ogni numero o parola e avvicinarsi in questo modo alla luce di Dio.

Passando da una cultura all’altra, ai tempi dell’antica Roma il Numero 18 era considerato non molto positivo tanto che, nel diciottesimo giorno di ogni mese, nessun atto, pubblico o privato, doveva essere compiuto, fermo restando che non fosse una cosa assolutamente necessaria.

Veniamo ora alla becera cultura contemporanea che ci vede intenti nella formazione di un nuovo Governo. Come ben indicato dagli elettori il 4 marzo, è evidente che l’esecutivo non nasce sotto i migliori auspici, perché dal risultato delle urne si evidenzia che il nuovo non ha ancora completato il suo percorso e il vecchio volge ormai alla fine: è proprio in questa fase crepuscolare che anticipa il buio che nascono i mostri.

Il riferimento non è rivolto al mostro onirico che può avere gli aspetti più strani ed impossibili, all’incubo di un sogno che può accadere ad ogni età dove il mostro assume l’aspetto di qualcosa raccontato in una fiaba, ma può essere anche una persona dall’aspetto inquietante e estremamente minaccioso.

Quando un popolo soffre, impoverisce e vede sfumare ogni possibilità di vita decorosa, si aggrappa alla speranza di chiunque prometta battaglia per offrirgli un futuro di rivincita sociale; in questa eventualità la superstizione si sostituisce al buon senso e i mostri appaiono nel crepuscolo come ultima occasione prima che tutto sia perduto.

La Cabalà è luce, la cabala e il simbolismo sono anche superstizione, ma tutto ci fa temere che nel crepuscolo che anticipa il buio, nascono i mostri.