C’è un mondo nuovo all’orizzonte, ma tutto è già cambiato!



Svegliarsi una mattina e accorgersi che nulla è più come prima, prendere coscienza di ciò che avevi rimosso per non guardare in faccia la realtà. Trovarsi a lottare contro il ciclope “cambiamento” che, nonostante la mole, non volevi vedere, un po’ per pigrizia e un po’ perché in fondo non credevi che potesse accadere.

Ascolta



È accaduto, invece. Tutto è successo quasi all’improvviso, per la tua ostinazione a non guardarti intorno. Come se il mondo girasse intorno a te non fossi parte del mondo che, malgrado te, continua a girare su se stesso! Ebbene, ora nessuno si accorge di te.
Sei un‘ uomo grigio e impacciato col telefonino, vai a comperare la macchina con l’intenzione di pagarla immediatamente e invece ti accorgi che al rivenditore non gliene frega un cazzo dei soldi; lui vorrebbe solo proporti il finanziamento; ed è per questo che ti sorride, non per l’auto che vuoi comperargli.

Poi, quando capisce che non c’è nulla da fare, ti tratta con sufficienza mentre gli conti banconota su banconota. E lui continua a guardarti come fossi un mentecatto… e pensare che eri così orgoglioso fino a un attimo prima di poter pagare subito grazie ai tuoi risparmi!
Invece, con una buona dose di amarezza, prendi coscienza della realtà. Anche se non puoi fare a meno, una volta uscito dal concessionario, di mandarlo educatamente a fanculo.

Torni a casa e ti accorgi che il forno della cucina appena comperata non funziona. Allora chiami chi te l’ha venduta per ripararlo, però ti senti rispondere che è meglio sostituirlo con uno nuovo perché rimarresti senza per un bel po’.
Non parliamo poi dei costi di riparazione visto che l’elettrodomestico deve essere riparato in Cina, dove è stato prodotto, per poi tornare.

Insomma, se avevi la percezione che il mondo stesse cambiando a velocità della luce, ora ne hai la certezza! Non puoi però fare a meno di essere assalito da un grande avvilimento, dovuto al fatto che, mentre lì fuori è tutta una rivoluzione, tu sei rimasto indietro! Allora ti chiedi: ma quando è successo tutto questo gran casino!?

Poi c’è qualcuno che ti spiega pazientemente che da quasi trent’anni è caduto il muro di Berlino e in meno di dieci anni da quell’avvenimento internet ha fatto il suo ingresso nel mondo globale.
Infine, tanto perché piove sul bagnato, trovi sempre qualche burlone di amico che ti dice: “svegliati, che la Guerra è finita!”.
Ma perché nessuno mi ha avvisato che tutto era cambiato davvero?! Altro che un mondo nuovo che si affaccia all’orizzonte!