EREMITARE

Il mondo oltre l’eremitare

Il mondo oltre l’eremitare

Quando il muro è caduto, senza alzare un filo di polvere e frastuoni, quello sguardo che avevo appena gettato oltre l’orizzonte del sapere è rimasto incantato da un nuovo scenario di vita che non immaginavo esistesse.

Continua a leggere
Eremitare dal linguaggio violento

Eremitare dal linguaggio violento

C’è un popolo oggi, quello degli impoveriti, che vorrebbe eremitare esattamente là dove era prima; vorrebbe riavere la casa pignorata sperando di ritrovare il caminetto acceso. Vorrebbe tagliare l’erba del suo piccolo praticello di pochi metri quadrati come faceva una volta e, soprattutto, vorrebbe far tornare il figlio all’università, oggi imbarbarito e magari diventato bullo perché non studia e non lavora.

Continua a leggere
Il pentimento non ha confini di pensiero

Il pentimento non ha confini di pensiero

L’illuminazione è nel Profeta, e non c’è un Profeta più Profeta di un’altro; loro, i profeti, lo sanno bene e quando si incontrano capiscono di avere quasi tutto in comune, meno l’intensità dell’ipocrisia che varia a seconda di dove si pratica il culto. Perché solo in punto di morte il pentimento non ha confini di pensiero, in quanto tutto svanisce.

Continua a leggere