SOCIETÀ

Giovani che invecchiano e anziani che ringiovaniscono

Giovani che invecchiano e anziani che ringiovaniscono

Scomparse le ansie del domani, della vecchiaia e della malattia, i "non ancora anziani", almeno stante ai nuovi parametri geriatrici, si godono quella vita che hanno rubato ai loro figli e nipoti. Sì, rubato, perché quando milioni di italiani e italiane hanno scelto di andare in pensione dopo solo dieci anni di lavoro (cumulata anche la laurea) sapevano molto bene che sarebbe stata una colossale ingiustizia.

Continua a leggere
La mortificazione della scuola e degli insegnati

La mortificazione della scuola e degli insegnati

Un Paese che non investe massicciamente sulla scuola è destinato al fallimento, così come noi siamo falliti. Falliti moralmente e socialmente. Più propensi a comprare il telefonino al bambino, avere il reddito di cittadinanza che a ribellarci per migliorare il mondo della scuola che conta solo sulla responsabilità e passione di tutti i maestri e professori del Paese.

Continua a leggere
Giornata mondiale della mediocrità

Giornata mondiale della mediocrità

Oggi, con i mezzi che ci offre la modernità, dovremmo abbondare di queste eccellenze, invece l’essere umano non solo è diventato mediocre, ma anche più vigliacco rispetto ai giganti di cui si sono raccontate le gesta.

Continua a leggere
I rifiuti del dissidio

I rifiuti del dissidio

Scrivevo, proprio l’altro giorno, che nel mondo non fanno distinzione tra italiani e italiani, tra Nord e Sud isole incluse, ma guardano al nostro magnifico “stivale” come fosse indossato da un impavido cavaliere che gira per i suoi castelli stipati di opere d’arte. Il problema è che per superare l’ingresso il puledro deve saltare l’ostacolo della montagna di immondizia proprio davanti al ponte levatoio.

Continua a leggere
La confusione del reddito di cittadinanza

La confusione del reddito di cittadinanza

Il reddito di cittadinanza dovrebbe spettare a tutti i cittadini certificati dall’ISTAT che ormai vivono stabilmente sotto la soglia di povertà. Perché, mi chiedo, ogni volta che si vuole perorare una buona causa la si complica fino ad arrivare a minacciare chi ne usufruisce? Addirittura la galera per impaurire chi già provato dalla vita!

Continua a leggere
Invidia, rancore e rabbia: sono i virus inoculati agli italiani

Invidia, rancore e rabbia: sono i virus inoculati agli italiani

Quello che si rimprovera alla precedente classe dirigente è di essere stata disattenta a quei sintomi che erano più che evidenti nel 2012, coincidenti con il governo Mario Monti che già agli inizi di quell'anno inviava la Guardia di Finanza a Cortina d’Ampezzo che di per sé non raccontava nulla, se non di sostituire d’un colpo la speranza con la sfiducia.

Continua a leggere