OPINIONI

Senza lavoro non c’è vita

Senza lavoro non c’è vita

La soluzione c'è ed è semplice: si chiama "patrimoniale", quella “sorta” di patrimoniale che evoca nell'immaginario comune fantomatici espropri giacobini, non è altro che uno strumento di pressione fiscale indispensabile per una distribuzione della ricchezza e delle risorse.

Continua a leggere
La polvere sotto il tappeto

La polvere sotto il tappeto

Ancora più inverosimile è stato aver permesso a dei singoli cittadini di decidere per conto dello Stato! Fatto è che, conseguentemente alle manifestazioni di protesta, si è deciso di trasferire le decine di donne, uomini e bambini che vi erano stati portati in piena legalità.

Continua a leggere
Ambiente: basta snobismo, solo messaggi semplici

Ambiente: basta snobismo, solo messaggi semplici

Questo non significa, ad esempio, che conferire il Premio Nobel a Greta non possa avere quella carica simbolica necessaria a infondere nelle coscienze di ognuno, ricco o povero che sia, l'importanza della salvaguardia del nostro pianeta dalla catastrofe ambientale.

Continua a leggere
Perché l’ascesa del centro-destra

Perché l’ascesa del centro-destra

La classe dirigente delle cooperative bianche e rosse, un tempo baluardo di riscossa e dignità di un popolo che voleva conquistare il benessere, si è avvitata in una spirale di sudditanza verso il potere economico, affascinata dalle stanze dei bottoni e ubriacata dal motto thatcheriano: "non ci sono alternative".

Continua a leggere
Il TAV delle bugie

Il TAV delle bugie

Nell’eventualità che la Torino-Lione non venisse realizzata sarebbe un disastro. Innanzitutto, di credibilità dell’Italia nei confronti dei partner esteri, i quali penserebbero d'ora innanzi che stipulare un contratto con gli italiani sia come fare un salto nel buio...

Continua a leggere
Gli impoveriti si rivoltano contro chi fa il deserto, chiamandola pace

Gli impoveriti si rivoltano contro chi fa il deserto, chiamandola pace

Se improvvisamente questi assassini - del benessere, del lavoro, della democrazia, della senso di solidarietà tra i popoli - si sbattono per scongiurare una guerra civile in seno all'Europa lo fanno perché sono degli ipocriti dalla faccia come il sedere che non hanno altro interesse se non quello di continuare a succhiare e parassitare su chi hanno ridotto alla fame.

Continua a leggere